Protezione degli stati di affaticamento

by admin on 1 luglio 2014

Questo interessante studio funzionale dimostra le caratteristiche che il fitocomplesso del Goji ha verso la protezione degli stati di affaticamento e nel sostegno all’attività muscolare.

A seguito dell’assunzione dei polisaccaridi del Goji, si hanno avuto migliori performance fisiche di resistenza alla fatica, e nel contempo i minori effetti fisiologici dannosi conseguenti, come lo stress ossidativo delle membrane cellulari.

Inoltre è stata stimolata la mobilizzazione dei grassi di deposito corporei per sostenere l’incremento delle performance fisiche, fatto ciò che ha ridotto il livello dei trigliceridi plasmatici ed il pannicolo adiposo di deposito.

Ciò può essere molto interessante per le applicazioni del consumo di Goji (bacche, succo ed estratto secco) come coadiuvante negli stati astenici, di affaticamento e convalescenza; nel supporto degli allenamenti sportivi e nel miglioramento delle performance, nel contenimento degli effetti ossidativi degli sforzi fisici e dello stress; nel sostegno alla perdita di peso, di diminuzione del pannicolo adiposo e dei trigliceridi circolanti nel corso di un programma di attività fisica controllata.

J Ethnopharmacol. 2013 Nov 25;150(2):529-35.

Attività Anti-Fatica dei Polisaccardidi di 4 frutti autoctoni degli altopiani tibetani

Ni W, Gao T, Wang H, Du Y, Li J, Li C, Wei L, Bi H.
Abstract

Rlievanza Etnofarmacologica

I frutti di Hippophae rhamnoides L., GOJI – Lycium barbarum L., Lycium ruthenicum Murr. and Nitraria tangutorum Bobr. sono tradizionali cibi usati a scopi medicinali da migliaia di anni dai Tibetani, specie per alleviare il senso di affaticamento causato dalla carenza di ossigeno. Il presente studio è finalizzato alla verifica della attività anti-fatica dei polisaccaridi naturali di queste 4 bacche caratteristiche degli altopiani del Qinghai-Tibet (altitudine: ca. 3’000 m).

Risultati

Tutti e 4 i polisaccaridi hanno … (stimolato l’attività muscolare, ndr) ma gli effetti dei LBWP (GOJI) si sono dimostrati essere attivi in dosi minori rispetto agli altri. Tutti i parametri sierici indicatori dello stato di fatica sono risultati essere inibiti da tutti e 4 i polisaccaridi ma gli effetti dei LBWP (GOJI) si sono rivelati molto migliori degli altri polisaccaridi al medesimo dosaggio.

Conclusioni

I polisaccaridi solubili in acqua HRWP, LBWP, LRWP and NTWP hanno significativamente esibito attività anti-fatica attraverso la mobilizzazione dei grassi durante l’esercizio fisico e hanno protetto le membrane cellulari dalla ossidazione. Inoltre si è dimostrato che i LBWP (GOJI) sono più potenti degli altri polisaccaridi nella loro azione anti-fatica; pertanto potrà essere indicato il loro utilizzo come cibi funzionali con finalità anti-fatica ed antiossidanti.

Fonte:
PubMed: (EN) Anti-fatigue activity of polysaccharides from the fruits of four Tibetan plateau indigenous medicinal plants

{ 1 comment… read it below or add one }
N.B. Saranno pubblicati esclusivamente i commenti di interesse pubblico. Per domande personali provvederemo a rispondere agli utenti in forma privata.

Giacomo settembre 11, 2014 alle 16:00

da 4 mesi assumo quotidianamente le bacche.Le prendo con lo yogurt e quando gioco a calcetto,2 ore prima mi faccio un frullato di frutta e bacche:ed è qua che ho notato che la mia resistenza fisica è migliorata notevolmente,anche ad alte temperature.

Rispondi

Leave a Comment

Previous post:

Next post: