La mia scoperta del Goji

by Redazione on 28 novembre 2012

Pianta di Goji - Lycium barbarum

Un frutto eccezionale merita la nostra attenzione…  il Goji tibetano (Lycium barbarum L.), che a seguito delle sempre nuove scoperte relative ai suoi benefici sta godendo di una diffusione proporzionalmente crescente nel mondo. La prima volta che, dopo averlo cercato per giorni, sono riuscito ad acquistare e provare il succo di goji non conoscevo ancora i vanti sulle sue proprietà. Perciò posso essere abbastanza certo di non aver subito alcuna impressione deformata dall’effetto placebo.

Dal secondo giorno ho notato subito una sensazione di benessere generale e l’energia psicofisica è sensibilmente migliorata. Spinto da queste eccezionali prime impressioni, approfondisco la letteratura disponibile su questo vegetale. Scoprendo poi che c’era una ragione per gli effetti che avevo percepito, infatti il super alimento in questione, ha dimostrato in varie ricerche controllate di laboratorio diverse proprietà, fra le quali elenco quelle salienti:

  • Effetto immunostimolante
  • Stimolo per la naturale produzione di testosterone
  • Effetto antiossidante ad ampio spettro

inoltre, chi ha provato il goji spesso riporta descrizione di benefici incredibili sulla solidità e bellezza di capelli, pelle e unghie.

Dopo aver provato sia il succo di goji, sia le bacche (essicate), l’indicazione che posso dare è che il succo di goji ha il vantaggio di contenere tutti i nutrienti propri della bacca fresca, quindi dal punto di vista salutistico è la forma di assunzione decisamente migliore. Mentre le bacche, essendo essiccate (naturalmente al sole per qualche giorno) perdono la loro porzione di acqua, assieme ad alcuni dei componenti naturali idrosolubili contenuti nel frutto fresco.

Quindi, le bacche, pur mantenendo molte delle loro proprietà benefiche non credo che possano essere considerate all’altezza del succo. Questa considerazione è valida solo se il succo di goji ha le caratteristiche idonee: succo biologico, succo puro al 100% (senza che venga diluito con acqua e altri succhi), senza conservanti (cosa che si può ottenere con l’uso della tecnica di conservazione tramite pastorizzazione HTST-High Temperature Short Time, detta anche flash pasteurization). Inoltre è consigliato l’utilizzo di bottiglie di vetro opacizzato per proteggere le molecole sensibili alla luce solare.

Bisogna anche porre attenzione alle caratteristiche organolettiche sospette del succo di goji, come l’eccessiva densità (un succo eccessivamente denso e opaco può essere indice di processi di lavorazione di bassa qualità come l’uso di bacche disidratate, polverizzate e reidratate in un secondo momento con acqua, poi imbottigliate). Alcuni di questi succhi girano in Italia, ci sono incappato anch’io, ma una volta visto il succo con i propri occhi ci si rende conto che c’è qualcosa che non va…

Il vero succo di goji è gradevole, con una colorazione arancione, non troppo denso. Mentre altri succhi (quelli fatti con bacche disidratate, polverizzate e successivamente reidratare) appaiono di un colore rosso scuro, opache alla luce, di un sapore meno gradevole e più acido. Quindi attenzione, la qualità è fondamentale.

Comunque, anche le bacche hanno i loro primati 🙂 infatti, una delle loro caratteristiche peculiari è il loro naturale effetto saziante. Infatti, le bacche di goji sono ricche in polisaccaridi a basso indice glicemico, essendo così ideali per una dieta dimagrante (o ipoglicemica* per esigenze relative a specifiche condizioni di salute). Naturalmente anche il succo ha potenzialmente l’effetto saziante, ma le bacche, essendo cibo solido lo esprimono al massimo, costituendo davvero uno spuntino molto efficace per placare la fame tra i pasti principali (con un alimento energetico e salutare).

*a questo riguardo, sono state attribuite al frutto del goji anche proprietà funzionali ipogligemizzanti.

 


AvvertenzeLe tecniche e i consigli presenti in questo articolo sono esclusivamente a scopo informativo e non sostituiscono alcun tipo di trattamento medico o psicologico. Se sospetti o sei a conoscenza di avere dei problemi o disturbi fisici o psicologici dovrai affidarti a un appropriato trattamento medico. L’autore declina ogni responsabilità di effetti o di conseguenze risultanti dall’uso di tali informazioni e dalla loro messa in pratica.

 

{ 2 comments… read them below or add one }
N.B. Saranno pubblicati esclusivamente i commenti di interesse pubblico. Per domande personali provvederemo a rispondere agli utenti in forma privata.

patrizia novembre 29, 2012 alle 23:21

potrebbe gentilmente inviarmi la marca che lei ritiene piu’ attendibile….La ringrazio

Rispondi

admin febbraio 5, 2013 alle 20:48

Salve Patrizia,
per l’acquisto delle bacche di Goji le suggeriamo questo link: http://www.bacchedigoji.com

Grazie, saluti
La Redazione

Rispondi

Leave a Comment

Previous post:

Next post: