Effetti delle bacche di Goji sulla protezione della vista

Post image for Effetti delle bacche di Goji sulla protezione della vista

by admin on 18 giugno 2014

Questo studio clinico molto interessante ha verificato in vivo su soggetti anziani, la capacità che le proprietà antiossidanti delle bacche di Goji (Lycium barbarum L.) possono avere sui fenomeni di degenerazione della macula retinica nell’anziano.

Con “degenerazione maculare legata all’età” (AMD) si indica una malattia retinica che provoca un’alterazione riduttiva della funzionalità della zona centrale della retina (la “macula”) fino a una possibile perdita della visione centrale. Essa è causa di un’importante e irreversibile riduzione della funzionalità visiva a livello del campo visivo centrale. Fa parte dei principali processi di degradazione della vista.

La AMD è attualmente considerata la prima causa di cecità o di ipovisione nei Paesi di maggior benessere. Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità il 41% dei casi di cecità (anche solo parziale) e di ipovisione che si verificano in questi Stati è dovuto all’AMD.
I sintomi iniziali consistono in una distorsione delle immagini che interessa il centro del campo visivo (ossia dove si punta lo sguardo); difficoltà nella lettura e nello svolgimento di attività a distanza ravvicinata, in cui è richiesta la visione dei piccoli dettagli; perdita della brillantezza dei colori. Tale degenerazione è progressiva e può progredire più o meno rapidamente e può arrivare ad esser pesantemente invalidante.
Le cause scatenanti dell’AMD non sono ancora certe ma sembrano essere una correlazione fra predisposizione genetica e situazione ossidativa ed infiammatoria generale dell’organismo.

Principali fattori di rischio sono: età superiore ai 50-55 anni, sesso maschile, fumo di sigaretta, abuso di alcol, diabete mellito, vita sedentaria, dieta povera di vitamine e acidi grassi (omega-3), ipertensione arteriosa, disturbi della coagulazione, esposizione prolungata e ripetuta a sorgenti di luce molto intense. Le ricerche scientifiche attribuiscono all’AMD una caratteristica di forma infiammatoria degli epiteli retinici con probabile componente autoimmune.

I trattamenti più promettenti, a parte i farmaci, sono rappresentati dall’assunzione di estratti vegetali ad azione antiossidante, da svolgere giornalmente per lungo periodo.

In tal senso, le bacche di Goji (sia tal quali che come Succo e che come estratto secco) possono rappresentare, come suggerisce lo Studio riportato, un valido supporto e miglioramento del livello antiossidante generale dell’organismo, grazie al suo ampio apporto di sostanze ad effetto antiossidante e quindi antinfiammatorio (Zeaxantina, Carotenoidi, Vitamina C, 2-O-β-D-glucopiranosil-L-acido ascorbico).

I promettenti dati preliminari di questo Studio, pur avendo necessità di ulteriori conferme e verifiche scientifiche, possono indirizzare ad un possibile utilizzo del consumo di bacche di Goji per il supporto alla prevenzione ed il sostegno del trattamento di stati di AMD, specie nel contenimento della sua progressione e peggioramento.

Optom Vis Sci. 2011 Feb;88(2):257-62.

Effetti delle bacche di Goji sulle caratteristiche della macula e i livelli di antiossidanti nel plasma.

Bucheli P, Vidal K, Shen L, Gu Z, Zhang C, Miller LE, Wang J.

Abstract


FINALITA’:

Si presume che le bacche di Goji (Lycium barbarum L.) possano essere di beneficio alla vista a causa del loro alto contenuto di antiossidanti (specie Zeaxantina), malgrado tale effetto non sia stato ancora dimostrato in studi di alta qualità su umani.
La finalità di questo studio è quello di valutare gli effetti di una supplementazione quotidiana con una formulazione proprietaria a base di latte e bacche di Goji (Lacto-Wolfberry – LWB) sulle caratteristiche della macula retinica, la zeaxantina plasmatica e i livelli antiossidanti (plasmatici) in soggetti anziani.


METODI:

Si tratta di uno studio a doppio cieco, randomizzato e contro placebo su soggetti anziani sani (range da 65 a 70 anni) che hanno ricevuto 13,7 g/die di LWB (n=75) oppure placebo (n=75) per 90 giorni. I soggetti sono stati sottoposti ad esame oftalmolgico diretto per determinare il grado di pigmentazione e la conta di soft drusen nella macula (indici di degradazione della macula retinica, ndr)e a prelievo sanguigno per la misura della zeaxantina plasmatica e della capacità antiossidante totale (del plasma).


RISULTATI:

Il gruppo placebo ha dimostrato ipopigmentazione ed accumulo di soft drusen nella macula, mentre il gruppo LWB è rimasto stabile. Sia i livelli plasmatici di Zeaxantina che la sua capacità antiossidante sono aumentati significativamente nel gruppo LWB, del 26% e del 57% rispettivamente, ma non sono cambiati nel gruppo placebo. Non sono stati segnalati alcun tipo di effetti avversi.


CONCLUSIONI:

Riassumendo, la supplementazione quotidiana nella dieta con bacche di Goji per 90 giorni ha incrementato la Zeaxantina plasmatica ed il livello antiossidante plasmatico, così come ha protetto dalla ipopigmentazione e dall’accumulo di soft drusen nella macula di soggetti anziani. Comunque tale meccanismo d’azione non è ancora chiaro, data la attuale mancanza di correlazione fra le variazioni plasmatiche della Zeaxantina ed i cambiamenti delle caratteristiche della macula.

{ 0 comments… add one now }
N.B. Saranno pubblicati esclusivamente i commenti di interesse pubblico. Per domande personali provvederemo a rispondere agli utenti in forma privata.

Leave a Comment

Previous post:

Next post: