L’effetto antiossidante “dall’interno” del Goji (approfondimento)

TITOLO: “Il succo di Lycium barbarum (Goji) migliora i biomarcatori antiossidanti in vivo nel siero di adulti sani.

Abstract:

Sebbene i composti attivi del Lycium barbarum L. (Goji), gli LBP (polisaccaridi del Lycium barbarum), possiedono un alto punteggio antiossidante nell’analisi in vitro determinata con metodi semplici di reazione chimica, i loro effetti in vivo antiossidanti nell’uomo non sono stati ancora esaminati.

Dopo la nostra precedente relazione con l’uso di una preparazione standardizzata di LBP (polisaccaridi del Lycium barbarum) la quale ha rilevato come questa aiuti a prevenire lo stress ossidativo negli esseri umani, il nostro presente studio ha esaminato l’ipotesi che gli effetti antiossidanti del Goji siano anche il risultato dalla sua capacità di migliorare i fattori antiossidanti endogeni.

Abbiamo studiato gli effetti della stessa preparazione standardizzata di LBP del Goji in uno studio clinico durato 30 giorni in maniera randomizzata, in doppio-cieco, contro placebo. La popolazione dello studio comprendeva 50 adulti cinesi sani di età compresa tra 55 e 72 anni. Come marcatori antiossidanti in vivo, sono stati considerati i  livelli sierici di superossido dismutasi (SOD) e glutatione perossidasi (GSH-Px), e i livelli di perossidazione lipidica (indicato dalla diminuzione dei livelli di malondialdeide, MDA).

Tutti questi valori sono stati esaminati pre-utilizzo e post-utilizzo del Goji (estratto standardizzato) e del placebo (120 mL / d). Nel gruppo del Goji, i marcatori degli antiossidanti erano significativamente aumentati del 8,4% per la SOD e il 9,9% per il GSH-Px nelle analisi del momento post-utilizzo rispetto alle analisi pre-utilizzo, mentre i livelli di MDA sono risultati significativamente diminuiti del 8,7%.

Inoltre, il SOD, GSH-Px, e i livelli di MDA nel gruppo di utilizzo del Goji erano significativamente differenti da quelli del gruppo di utilizzo del placebo nelle analisi fatte nel momento di post-utilizzo, con incrementi di 8,1% e 9,0% e una riduzione di 6,0%, rispettivamente.

Non sono state rilevate differenze significative tra il pre-utilizzo e il post-utilizzo nel gruppo del placebo. Questi risultati indicano che il Goji produce un aumento di efficacia dei sistemi antiossidanti negli esseri umani attraverso la stimolazione dei fattori endogeni, e suggeriscono che l’uso continuato oltre i 30 giorni può aiutare a prevenire o ridurre problemi e danni correlati ai radicali liberi (se vuoi saperne di più sui danni da radicali liberi e come il Goji e altre molecole naturali possono aiutarti – clicca qui) .

 

(Il Goji fornisce al tuo organismo gli antiossidanti esogeni e attiva anche le tue risorse antiossidanti endogene per un’azione protettiva potenziata)

 

Riferimenti bibliografici scientifici:

Nutr Res. 2009 Jan;29(1):19-25.

Lycium barbarum (goji) juice improves in vivo antioxidant biomarkers in serum of healthy adults.

Amagase HSun BBorek C.

Fonte:

FreeLife International, LLC, Phoenix, AZ 85040, USA.